Scarpe da running HokaLe scarpe da running Hoka One hanno due caratteristiche di base: sono famose per la suola alta e la lunga vita.

Arrivano infatti tranquillamente ad oltre 600/700 km, in alcuni casi si possono usare anche fino a 1000 km. I modelli disponibili sono davvero tanti e non è facile sapersi orientare bene. Qui ve ne segnaliamo cinque ognuno con le proprie caratteristiche, proprietà e vantaggi. Prima però alcuni consigli utili all’acquisto.

Come scegliere le migliori scarpe da corsa Hoka One?

Bestseller No. 1
Scarpe da Corsa da Donna Hoka One One Challenger ATR 4 Trail (36 2/3 EU)
  • I - Challenger 4 spesso anche il clif F RS denominato Gel NDE e appare ancora più clif argilla di rettangolare in come l' originale, perché possiede un look cleaneren e una struttura esterno...
OffertaBestseller No. 3
ONEMIX Scarpe da Corsa per Uomo Leggero Cuscino d'Aria Cuscino Outdoor Athletic Sport Trainer...
  • LEGGERE LE SCARPE RUNNING: 3D Knit Design Flyknit traspirante Leggero flessibile traspirante suola Sneaker Fitness Scarpe da corsa.

Comprare una buona scarpa da corsa è infatti molto importante, per la salute di piedi ed articolazioni innanzitutto, ma anche, ovviamente, per ottenere delle buone prestazioni dalla propria attività. Per prima cosa quando comprate delle scarpe Hoka One, fate attenzione alla misura.

In genere è infatti consigliabile acquistare un paio di scarpe di mezza misura più grande rispetto a quella che si indossa abitualmente. Poi altro aspetto importante da considerare è il vostro peso corporeo perché in base ad esso va valutato il grado di ammortizzamento della scarpa da corsa, che serve a rendere meno brusco l’impatto con il suolo mentre correte.

Quasi tutte le scarpe da running Hoka One, tranne pochi modelli particolari, vanno bene per tutti perché si addicono a chi ha un peso corporeo inferiore o superiore agli 80 kg.

Altro fattore da considerare nell’acquisto di una scarpa da running Hoka One è a che tipo di corsa sono destinate le scarpe: corsa su strada asfaltata, trail, sentieri sterrati, tracciati misti, indoor o outdoor e così via.

Ce ne sono per ogni esigenza. Molto importante è inoltre come si appoggia il piede a terra che può essere in pronazione, in inversione o neutro. Anche qui le scarpe Hoka One sono progettate per venire incontro ad ogni corridore, offrendogli comodità, sicurezza, stabilità e sostegno nella corsa in modo da correggere un eventuale difetto nel passo ed evitare così inutili sovraccarichi alle caviglie, alle anche o alle ginocchia.

E questo anche grazie alla presenza di una intersuola che ha uno scarso differenziale tra punta e tallone e avvolge perfettamente il piede.
Ecco la nostra guida.

Classifica e prezzi delle migliori scarpe da running Hoka One:

Migliori scarpe da corsa Hoka

  • Hoka One One Clifton 5 – Per podisti

Hoka Clifton 5 Black/Storm Blue - Scarpa Running - 45 1-3
  • Breathable open engineered mesh upper with seamless synthetic overlays

Questa scarpa per podisti è realizzata con materiali di alta qualità ed è in grado di offrire una corsa sicura. La fodera, in tessuto, presenta una struttura aperta grazie alla quale l’aria può circolare all’interno garantendo massima freschezza al piede anche nel caso la si indossi per molto tempo.

La tomaia non ha cuciture e questo permette di evitare irritazioni. L’intersuola robusta, che presenta un foam spesso in etiliene vinil acetato, assicura al piede un’ammortizzazione efficace assorbendo bene l’impatto con il suolo.

Ottimo anche il supporto e la comodità che riesce a dare al piede. La suola presenta un design che le consente di essere totalmente a contatto con il terreno ed ha un sottile strato di gomma che la molto resistente al consumo. Questo permette di avere una facilità di movimento maggiore, una migliore capacità di trazione ed un buon sostegno alla parte centrale del piede. La pianta è larga e permette al piede di rimanere rilassato.

Le caratteristiche principali della scarpa da corsa Hoka One One Clifton 5 sono sicuramente la comodità e la resistenza. Inoltre grazie al peso leggero della scarpa, che è di 266 g, è adatta anche alla corsa veloce, ed è l’ideale per l’allenamento quotidiano. Il prezzo è economico considerando la qualità.

  • Hoka One One Speedgoat 2 – Adatte anche al Trail

Rispetto alla versione precedente la scarpa presenta una suola e intersuola migliori ed è stata pensata specificatamente per i percorsi tecnici.

In particolare la suola, che è stata progettata specificamente per il trail, permette una migliore presa sul terreno. Le scanalature flessibili danno inoltre una maggiore stabilità. La tomaia presenta una struttura all’avanguardia offrendo un elevato sostegno all’avampiede.

Questo consente di affrontare in sicurezza e agilità anche i sentieri più difficili. Buona l’ammortizzazione e la stabilità. Il materiale sintetico con cui è realizzata la scarpa le conferisce leggerezza. Il peso è di 278 g.

Quello che caratterizza positivamente la Hoka One One Speedgoat 2 è senz’altro la presa sul terreno che risulta ottima nel caso si voglia correre fuoristrada, ossia per sentieri che richiedano anche un certo impegno. Di contro la pianta è un po’ troppo stretta e ne risentono le dita del piede che non hanno molto spazio.

  • Hoka One Bondi 6 – Da Donna

La scarpa è ottima. La tomaia, estensibile, offre un elevato comfort e si adatta perfettamente alla forma del piede. Grazie all’adozione del nuovo sistema TPU External Heel Counter, si è data maggiore stabilità e supporto e a beneficiarne è la zona del tallone che viene avvolta saldamente, senza correre il rischio di perdere la scarpa.

Molto comoda è anche la linguetta, imbottita, che si inserisce bene nella nuova forma della tomaia. Anche la suola è migliore dal momento che è resistente, permette di avere un più ampio appoggio al terreno ed un movimento fluido. Grazie alla buona ammortizzazione, sebbene sia una scarpa progettata essenzialmente per la corsa su strada, se la cava bene anche su percorsi più “selvaggi” e impegnativi. L’intersuola ha un design Early Stage Meta-Rocker che agevola spinta e prestazione. Peso 246 g.

La caratteristica vincente della Hoka One One Bondi 6 è la tomaia in Air Mesh che dà un’alta traspirabilità e la tecnologia Lyrca ComfortFrame, che le permette di adattarsi alla forma del piede come se si calzasse un guanto, tanto che è possibile correre anche senza calzini. Di contro c’è una suola che si consuma un po’ troppo rapidamente, un’avampiede che si ritrova in uno spazio leggermente ristretto ed un’arco del piede che non ha molto supporto per l’arco.

  • Hoka One Evelon – Rapporto qualità prezzo top

La scarpa progettata per la stagione autunno-inverno, ha una peculiarità evidente: l’intersuola, che presenta un drop di 5 millimetri. Praticamente indossandole è come se si corresse a 3,3 cm da terra.

Ciò fa ottenere un elevatissimo livello di assorbimento degli urti e una corsa veloce. Sono l’ideale per chi in una scarpa da corsa cerca soprattutto la comodità nella calzata, senza che ne risenta troppo la performance. Il modello fa parte della nuova collezione Hoka Fly che è stata appunto ideata per “favorire massime prestazioni nella corsa, ottimo comfort al piede, leggerezza nei movimenti, versatilità e stile ai massimi livelli”.

La Hoka One One Elevon è innanzitutto un’evoluzione di un modello precedente, la Vanquish. È una scarpa progettata per l’uso quotidiano, ossia per coloro che si allenano nella corsa tutti i giorni anche in caso di corsa sotto la pioggia o con la neve. La tomaia è in mesh elasticizzato, senza cuciture, a maglia aperta, con piccoli fori, traspirante e con un design che supporta bene il piede, ideale per chi cerca una corsa “morbida” con un’alta ammortizzazione.

Anche la soletta interna in Ortholite ha dei piccoli fori, per migliorare ancora di più la traspirazione e diminuire al contempo gli odori sgradevoli. La scarpa dà una sensazione di stabilità, leggerezza e permette di correre veloci senza troppa fatica.

Per l’intersuola sono state adottate tecnologie innovative come Active Frame che permette al piede di “affondare” nella calzatura, Meta Rocker che, specie sulle lunghe distanze, fa sentire i suoi benefici favorendo una corsa naturale, indirizzando la biomeccanica di corsa e facilitando la corsa in avanti, e Pro Fly che dà morbidezza sul tallone senza che ne risenta la reattività della parte anteriore del piede.

L’intersuola ha poi una caratteristica forma a onda, che anche se non è il massimo dal punto di vista estetico, fornisce una migliore rullata e facilita il movimento. Permette inoltre di assorbire il peso del corpo e restituire forza alla falcata rendendo così migliori le performance nella corsa, con una buona sensazione di comfort anche dopo aver percorso diversi kilometri.

Lo spazio per l’avampiede è della giusta ampiezza, sul tallone si prova una sensazione di piacevole morbidezza e una volta allacciate le scarpe tengono ben fermo il piede anche durante l’attività sportiva. Anche la flessibilità è buona. Peso 297 g.

Sono senza dubbio scarpe di alta qualità sia per i materiali utilizzati, che per la ricerca dei dettagli, con una grande ammortizzazione. Adatte a tutti indipendentemente dal livello di preparazione nella corsa, specialmente se si percorrono lunghe distanze. Inoltre, come detto, possono essere usate indipendentemente dal meteo: sole, pioggia, neve, ecc.

  • Hoka One One W Challenger ATR 4 – Leggerissime

Hoka One One W Challenger ATR 4 Black Azalea 37 1/3
  • Tomaia in mesh traspirante - aumenta la traspirabilità e ventilazione.

La scarpa è molto versatile ed è molto buona sia su strada, sentieri (di terra, ghiaia o rocciosi) e percorsi misti. Sono denominate infatti All Terrain (ATR) che vuol dire che sono in grado di affrontare ogni tipo di terreno. La tomaia è realizzata in tessuto traspirante e minimalista.

Molto leggere, pesano 208 g, hanno una suola che presenta numerosi tasselli che permettono una trazione alta molto utile nei percorsi non asfaltati. Sul tallone i tasselli sono più fitti e rendono la corsa più confortevole, sulla punta sono più lontani e danno una maggiore trazione sui percorsi bagnati.

Le principali caratteristiche tecniche sono: peso leggero; doppio strato di mesh che garantisce sostegno, durata e alta traspirabilità; parte superiore della punta rinforzata per una maggiore durata; Meta Rocker in prossimità del collo del piede che garantisce la presenza di uno scarso differenziale tra punta e tacco (5 mm) per una migliore stabilità e propulsione nella corsa, e, ai due lati della suola esterna, una parte scolpita che facilita il movimento di rullata; tomaia in mesh traspirante che presenta inserti in pelle sintetica che danno un ulteriore sostegno; intersuola realizzata in EVA soft capace di fornire un’ammortizzazione leggera; design convesso della suola e presenza di tacchetti di 4 mm che permettono di correre con stabilità su tutti i tipi di terreni anche quelli dissestati.

Pur essendo una scarpa molto leggera è in grado di fornire un’ottima ammortizzazione. Rispetto alle versioni precedenti l’avampiede è più ampio e quindi ne beneficiano le dita del piede che in questo modo godono di maggiore libertà.

Di contro la scarpa non risulta molto idonea ai trail tecnici ed inoltre non è adatta sul bagnato né tanto meno sul fango. Rispetto alla versione precedente è da segnalare la migliore morbidezza nei movimenti ed il peso più leggero. Inoltre la suola alta permette al piede di assorbire lo shock dell’impatto al suolo, la scarpa è più traspirante e il puntale rialzato e rinforzato ripara dagli urti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here